I SEGRETI DEL BOOK A 5 LIVELLI

 

Tutti i consigli per interpretare al meglio i prezzi, gli scambi e le indicazioni che il mercato fornisce.

 

Per un qualunque valore quotato in borsa,durante le contrattazioni gli ultimi prezzi scambiati subiscono variazioni istante per istante. Se si ha a disposizione uno strumento che dà in tempo reale il prezzo scambiato (il cosiddetto trade), ad esempio una delle tante informative che si ricevono via Internet, si scopre che questo oscilla in una banda ristretta con una frequenza  molto elevata.

Può quindi accadere che il prezzo battuto in un determinato istante sia 3,85, per diventare 3,86 l'istante successivo e ancora 3,85 un secondo dopo.

Cosa sta succedendo? Nulla di particolare strano, anzi in casi di questo genere si è di fronte a un titolo che non sta subendo variazioni. In effetti, ciò che caratterizza con maggior precisione il valore di un titolo non è l'ultimo prezzo scambiato, bensì i prezzi denaro-lettera presenti in quell'istante sul book .

I prezzi sono due, quindi si sta passando da un sola informazione (quella data dal trade per intenderci) a due informazioni, rispettivamente il migliore denaro (bestbid) e la migliore lettera (bestask).

Agli operatori di borsa capita spesso di sentirsi chiedere:<< Quanto vale Telecom?>>, ma in realtà la domanda è sbagliata. Esiste infatti un prezzo per l'acquisto e uno per la vendita. Il bestbid rappresenta la migliore proposta di acquisto sul book di borsa, mentre il bestask la migliore in vendita. Chiunque decidesse di acquistare Telecom al mercato, allora, compra sulla lettera, pagando cioè il prezzo pari al bestask, mentre chi volesse vendere ha l'eseguito al prezzo di bestbid, solitamente minore del precedente di un tick

E' ovvio che la migliore proposta d'acquisto presente sul book risulti inferiore alla migliore proposta in vendita, perché, se non fosse tale non sarebbe una proposta, ma l'ordine di acquisto sarebbe già stato eseguito, andando a incrociare la controparte.

Se si prende in considerazione titoli molto liquidi, tipo l'esempio su Telecom, in condizioni di scambi normali, lontani cioè dall'apertura e dalla chiusura, momenti nei quali la volatilità la fa da padrone, la differenza tra bestbid e bestask, è pari a un tick, cioè pari alla minima differenza di prezzo tollerabile da quel titolo azionario.

REGOLE PRECISE

Esistono, infatti, regole ben precise che riguardano il prezzo degli ordini inseriti con limite. Ad esempio, non è possibile proporre come prezzo in acquisto 34,11 per Generali, ma bisogna scegliere tra 34,1 e 34,15; cosicché il minimo tick sarà di 0,05 in questo caso, mentre per Telecom si può proporre 19,11, perché il prezzo risulta inferiore a 30 euro, soglia oltre la quale il tick passa da 0,01 a 0,05.

Avendo a disposizione questi due prezzi, che normalmente sono chiamati denaro e lettera, si può già caratterizzare il titolo; se allora a distanza di un'ora entrambi venissero a coincidere si potrebbe concludere che il mercato sta valutando il titolo esattamente alla stessa maniera di 60 minuti prima.

Ad esempio se Olivetti e presenta 3,85 e 3,86, come bestbid e bestask, il prezzo battuto dal titolo si alternerà tra questi due valori, a seconda che qualcuno decida di comprare o di vendere al mercato.

LA PROFONDITA'  DEL MERCATO

In definitiva, passando dal trade ai bestbid e bestask, si hanno diverse informazioni in più, anche se non si vede ancora nulla di ciò che sta succedendo sul mercato. Infatti, ci sono molte altre informazioni di cui si ha bisogno per comprendere ciò che precisamente sta accadendo sul titolo, inclusi tutti i movimenti di prezzo che stanno dietro. Per potere soddisfare quest'ultima esigenza si deve necessariamente avere a disposizione il book di mercato aggiornato in tempo reale. Occorrono le profondità di mercato.

Ma bisogna procedere con ordine. Finora sono stati visti bestbid e bestask, ora è importante sapere anche il numero di pezzi in acquisto da parte del bestbid (noto come bestbid size) e l'equivalente da parte del bestask (bestask size). Nel dettaglio si può andare a vedere quanti pezzi vuole acquistare il migliore in acquisto, così come quanti ne vuole vendere il migliore in vendita: per l'appunto bestbid size e bestask size nell'ordine.

Per fare un esempio pratico, tornando a Olivetti si può verificare che a 3,85 euro il migliore in acquisto comperi 50 mila pezzi, mentre a 3,86 il migliore in vendita ne venda 485 mila. Chiaramente il numero di pezzi dà qualche informazione in più, perché lascia intuire dove ci è maggiore pressione, se in acquisto o in vendita. Così come prospettato nell'esempio si può credere che Olivetti sia destinato nel breve a scendere, dato che l'orine di vendita a 3,86 euro è quantitativamente superiore a quello d'acquisto a 3,85, quindi molto più probabile che la pressione in vendita abbia il sopravvento.

ANCORA POCA PRECISIONE

Tuttavia ancora una volta si ha una nuova visione poco precisa di ciò che sta accadendo sul mercato; infatti non sappiamo quanti altri prezzi vi sono in acquisto a 3,85 euro. Se abbiamo la possibilità di vedere il book di mercato scopriamo che a 3,85 euro vi sono 12 ordini di acquisto per un totale di 3.500.000 pezzi, mentre in vendita a 3,86 solamente un ordine di 485.000 pezzi.

Questo vuol dire che non appena verranno venduti i 50.000 pezzi al migliore in acquisto, dietro di lui, allo stesso prezzo ve ne sarà un altro da soddisfare, e poi un altro e quindi un altro ancora fino a completare i 3.500.000 di pezzi.

Vista così la faccenda assume tutt'altro aspetto. Ora sembra più probabile che finiscano prima i 485.000 pezzi in vendita che i 3 milioni e mezzo in acquisto. Queste tre informazioni, pari al prezzo, al numero di pezzi totali ed il numero di contratti presenti, sia per l'acquisto che per la vendita, caratterizzano solamente il primo livello del book. Normalmente un book di borsa si articola in cinque livelli, pertanto è possibile avere una buona profondità di mercato.

Avendo a disposizione tutte queste informazioni è possibile vedere tutti i movimenti di prezzo che accadono sul titolo in questione. Anzitutto si vede chi compra e quanti pezzi compera, così come chi vende e quanti pezzi vende. E' possibile allora intuire da dove provengono gli ordini a dimensione maggiore, in definitiva dove sono le mani forti, se premono in acquisto o in vendita.

ORDINI, SCAMBI E CONTROLLO

Uno dei principali scopi dell'analisi tecnica è cercare di capire da che parte sono schierati i grossi per adeguarsi. Normalmente la direzione futura del mercato è quella scelta da chi ha investito grossi quantità di denaro, a tutti noi resta che seguirli. Molti spesso gli ordini di acquisto o di vendita di un ingente numero di pezzi non vengono lasciati sul book, ma vengono eseguiti al meglio. Ciò vuol dire che non vedremo l'ordine, ma direttamente il suo effetto.

Può capitare che di vedere sparire in un istante 3 milioni di pezzi presenti in acquisto, a causa di un ordine di vendita al prezzo di mercato di pari entità. Non vedendo più i 3 milioni di pezzi in acquisto concludiamo che qualcuno ha venduto lo stesso ammontare di pezzi.

Attenzione, però, perché potrebbe capitare che l'ordine di acquisto dei 3 milioni di pezzi sia stato revocato senza avere avuto l'eseguito: è importante andare a vedere allora il numero totale di pezzi scambiati, perché solamente da lì potremmo capire se questo scambio ha avuto luogo o meno. Quando si ha a che fare con volumi molto elevati è di fondamentale importanza andare a capire dove si nascondono le mani forti.

Esempio di book a 5 livelli

 

Ultimo

Qt denaro

Prezzo denaro

Prezzo lettera

Qt lettera

3.6100

198,000

3.6000

3.6100

257,000

BOOK

#

Qt denaro

Prezzo denaro

Prezzo lettera

Qt lettera

#

.1.

98

671,000

3.6000

3.6100

342,000

3

.2.

19

779,000

3.5900

3.6200

883,000

15

.3.

26

322,000

3.5800

3.6300

899,000

25

.4.

12

285,000

3.5700

3.6400

986,000

23

.5.

15

179,000

3.5600

3.6500

1,381,000

63

 # indica il numero dei contratti

 

 Se fai caso, in questo esempio la quantità in lettera è superiore a quella in denaro, quindi il titolo tenderà a scendere.

Per evitare guai MONITORARE SEMPRE

 

Il book di borsa può essere usato per prevedere ciò che accadrà a breve, ad esempio i movimenti all'interno della stessa giornata. Capita diverse volte occasioni di vedere arrivare afflusso di denaro sia sotto forma di acquisti al mercato che spazzano la lettera, sai sotto forma di ordini di acquisto lasciati con il limite di prezzo e ancora ineseguiti, che vanno ad arricchire il book in denaro.

Quando accade una situazione del genere, normalmente si assiste alla cancellazione degli ordini di vendita, poiché il trend di brevissimo risulta decisivamente positivo. In questo caso i venditori si cancellano dal book perché vedono la possibilità di vendere il titolo più avanti a prezzi maggiori. In casi del genere conviene affrettarsi ad acquistare il titolo, perché la pressione in acquisto è troppo forte per essere fermata. E' un po' come quando in uno scontro armato si vedono alcuni uomini battere in ritirata e gli altri cadere sotto il peso dell'altro esercito (quello dei compratori) che va ingrossandosi sempre più. Chi non scommetterebbe sulla vittoria dell'esercito dei compratori? Si chiuderà la posizione solamente quando si verificherà la posizione opposta, ovvero quando il sentiment di breve si invertirà: gli ordini in vendita si ingrosseranno di entità in maniera repentina, molti venderanno al mercato abbattendo le quotazioni, tanti compratori batteranno la ritirata cancellando l'ordine di acquisto presente sul book. Non appena avrà inizio una situazione del genere è opportuno uscire dal titolo.


da "Borsa & Finanza"